Unibet fa abbastanza per tenere svegli gli stanchi fan dell’Arsenal

Una prima vittoria in tre partite ha portato l’Arsenal al terzo posto. I giochi contro Sunderland, Norwich, Manchester City e Aston Villa, dovrebbero garantire lo status quo redditizio per un altro anno. E così: tra le braccia del quarto posto.

Se c’era qualcosa di notevole in questa vittoria dell’Arsenal, forse era semplicemente la strana Unibet atmosfera degli Emirati. Non tanto rabbia, o rabbia intrappolata, come stanchezza, disinteresse, persino un po ‘di noia. Alexis Sánchez segna due volte l’Arsenal oltre l’indifeso West Brom. Per saperne di più

È stata una bella occasione a modo suo. Ci furono ondate di applausi mentre l’Arsenal sfrecciava attraverso gli ingranaggi. Per tutti i tremori pre-partita, non c’erano fischi o schiamazzi o grida di Arsène Out. Le stesse una o due persone hanno mostrato gli stessi segnali di dissenso fatti in casa per le telecamere.Come un argomento coniugale ben incubato, questo, forse, semplicemente Unibet stuferà un po ‘da qui.

Prima del calcio d’inizio l’unico commento tangibile sulla traiettoria della stagione dell’Arsenal è stata la sensazione del luogo. I problemi con il tubo erano un fattore.

Oltre a quello c’erano posti vuoti sparsi e il suono, non solo di silenzio ma di indifferenza: alcuni applausi scroscianti, echeggi e urla, poche mani, minuscole in tutta quell’aria, applaudendo.

L’Arsenal partì e si sistemò in un incantesimo di passaggio laterale. Forse con il tempo Mohamed Elneny troverà la fiducia per guidare un po ‘a Unibet centrocampo. Per ora è un diligente lurker.In poco tempo Alexis Sánchez ha realizzato un bel gol dal nulla, calando basso e usando il palmo della mano sull’erba per fare la piroetta attorno a Sandro, prima di seppellire la palla nell’angolo.

E ‘stato un brillante movimento, Sánchez completò la sua circumnavigazione di Capo Sandro prima che il suo uomo avesse persino iniziato a ingaggiare il timone, e segnò il suo quarto in quattro partite.

Ci furono applausi e pochi istanti dopo il Unibet primo coro di “Alzati se odi il Tottenham “(stranamente sentito). Gli Emirati sono stati a volte un calderone di cravatta, l’aria un po ‘inacidita dalla ripetizione, dalle solite vecchie irritazioni. Eccolo di nuovo.Lo stesso arco di speranza e collasso poi, debolmente, la speranza ancora.

Il fatto è che il calcio non dovrebbe essere sulla stasi, comunque redditizio.

È a un certo livello passione-gioco, una cosa orribile, dolorosa, avvincente e coinvolgente. Privato di quella soluzione di dramma e speranza, c’è un’impazienza palpitante negli Emirati. Parte dell’affascinante noia di questo Arsenale è il modo in cui un’istituzione può assomigliare a una singola persona Unibet dominante: gli stessi punti ciechi e omissioni anno dopo anno, come una mappa del personaggio di un uomo.

E così per un po ‘di tempo qui l’Arsenal pattinava intorno come l’Arsenal, Sánchez sfrigolava come una figura di Star Wars brillantemente arrabbiata, il fianco destro l’unico vero punto di passo in questo XI iniziale.Si è parlato del manager di una Unibet le mobile scommesse mancanza di base di atletismo, di avversari che hanno sopraffatto la sua squadra in ritardo, la necessità di un’iniezione di potere. C’è, ammettiamolo, non mancano i candidati per una chiusura a stagione ravvicinata dal chintz.

Molti si sono ritirati dalla mischia. Nei tempi cupi della primavera, Mesut Özil, un calciatore così bello quando trova il suo ritmo, ha fatto tutto il contrario del Unibet manning up – manning down, manning off – scivolando verso la periferia, annaspando sullo strano obiettivo inutile.

Giroud, un degno attaccante di riserva, ha due gol nelle ultime 18 partite. Qui praticamente non ha fatto nulla oltre a un pezzo esperto di togliersi di mezzo per il secondo obiettivo.Mentre cercava di superare la linea di destra nel primo tempo sembrava che stesse spendendo molta meno energia di quanto Tony Pulis non avesse intrappolato nel suo rettangolo. Infine, Sánchez ottenne il suo secondo, un piccolo trionfo per Giroud che si abbassò nel muro e ha permesso un morbido calcio di punizione per increspare l’angolo inferiore della rete. E dopo mezz’ora l’Arsenal ha giocato delle belle cose.Alex Iwobi è stato il ritrovamento della seconda parte della Unibet stagione, un ball-player bello, pulito e senza paura, la cui comparsa ha anche enfatizzato l’effetto bagnato di flanella vicino al goal di giocatori più esperti come Theo Walcott e Alex Oxlade-Chamberlain.

A volte l’entusiasmo di Iwobi è stato anche un po ‘un ostacolo in questa squadra, dato che sembrava quasi sgomitare Özil di mezzo, galoppando attraverso il centro, facendo la palla davanti al mondo più insignificante Il numero 10 vincente della Coppa che potresti incontrare. Al fischio finale, mentre gli Emirati si svuotavano, c’era, soprattutto, un senso di finali in vista, se non forse ancora del tutto. La sfida per Wenger in quell’anno finale non sarà solo quella di cambiare gli schemi familiari, ma di combattere il senso strisciante dell’indifferenza del fin de siècle.

more: Unibet bonus iniziale